Giornata di studi “Riviste letterarie 2.0. Un primo bilancio”.

Giornata di studi “Riviste letterarie 2.0. Un primo bilancio”

Giovedì 5-10-2017, Aix-en-Provence.

Salle de colloque 1 (T1 – Campus Schuman).

 

Il panorama delle riviste letterarie, in Italia come all’estero, è molto frastagliato e di difficile inquadramento, ma rimane uno strumento di primaria importanza per tastare il clima culturale di un determinato momento storico, individuare le tematiche al centro dell’interesse collettivo, o – citando Walter Benjamin – per «rendere noto lo spirito dell’epoca». La difficoltà di questo tipo di studi risiede innanzitutto nel gran numero di riviste letterarie stampate, soprattutto dall’inizio del Novecento in avanti, in secondo luogo nella vita effimera che molte hanno avuto, nonché per la difficoltà di reperire oggi alcuni o tutti i numeri delle riviste.

Se queste problematiche sono legate in particolare allo studio delle riviste cartacee, il contesto cambia per quanto riguarda le riviste in formato digitale, che ormai da quasi un quindicennio (tranne rari casi risalenti agli anni Novanta) svolgono un’intensa attività critica, molto spesso continuando il lavoro di redazioni inizialmente cartacee (il caso, ad esempio, di Alfabeta2 o di Carmilla).

Il rapporto tra mezzo e contenuto è una questione centrale da valutare nel contesto della progressiva digitalizzazione delle riviste letterarie. Tempi di pubblicazione, accessibilità delle redazioni, modalità di diffusione, principi economici che ne regolano la vita, sono solo alcuni degli aspetti che mutano nel passaggio dal cartaceo al digitale.

Sebbene molte riviste siano riconosciute come autorevoli e ospitino importanti confronti tra intellettuali (ad esempio, il famoso dibattito sui nuovi realismi avvenuto su Nazione Indiana nel 2008) mancano, tranne alcuni tentativi pionieristici, una mappatura ragionata delle suddette riviste e l’individuazione di metodologie di ricerca per analizzarne innovazioni e legami con la tradizione.

 

Programma della giornata:

 

9h30 Accoglienza e saluti istituzionali 

9h45 C. Baghetti e D. Comberiati: Introduzione alla giornata

10h M. Jansen, Soggettività precarie: il lavoro culturale narrato dai blog

10h20 G. Benzi: “Chi siamo”: strategie editoriali e identità culturali

10h40 G. Iandoli: Il blog, una “ventata di freschezza”: il caso di Giap, per una riflessione sul paratesto 2.0 

11h D. Raffini: Blog e riviste online: una nuova forma di militanza. 

11h30 Intervento di G. Mozzi «Vibrisse»

12h Dibattito

 

13h30 L. Mari: Nazione indiana, cui prodest? Letteratura italiana della migrazione e riviste on-line 

13h50 I. Pinto, Questa non è critica letteraria? Alcune note sulla trasformazione della critica letteraria al tempo del web 2.0.

14h10 F. Bianco: Portali e riviste letterarie: il progetto NodIt

14h30 E. Fuochi: Sistema periodico

14h50 U. Fracassa, A. Proto Pisani: “Scaffale Princesa”: tra rivista monografica e sito d’autore

15h30 Intervento di A. Inglese Nazione indiana: un decennio di letteratura in rete

16h Dibattito

17h Chiusura lavori

 

Per scaricare il programma cliccare qui: Programma della Giornata di studi «Riviste letterarie 2.0. Un primo bilancio»

 

 

0 réponses

Répondre

Se joindre à la discussion ?
Vous êtes libre de contribuer !

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.